mercoledì 28 dicembre 2016

Mende - st. Lucie


Data: 27 dicembre 2016
Luogo di partenza: Mende
Luoghi intermedi: -
Luogo di arrivo: St. Lucie ( parco les loups du Gevaudan)
Km percorsi: Km 57
Spesa giornaliera: €16,00
Way points: parco lupi e sosta notte : N 44 36,455 E 3 16,919

Resoconto
La giornata di oggi e' dedicata alla visita della riserva dei lupi che si trova a nord di Marvejols e di Mende. Partiamo verso la tarda mattinata e, seguendo una rapida strada statale, giungiamo a destinazione grazie anche ai cartelli che indicano il percorso, una volta usciti a Marvejols. La visita del parco, dove si trovano un centinaio di lupi, provenienti da diverse localita' , in semi liberta' e' una esperienza molto carina per adulti e bambini. Ci sono tre visite guidate , solo in francese ( h. 11-14-15) e, il lunedi , mercoledi e venerdi, la possibilita' di vedere il pasto dei lupi (h. 16,30), che noi ci siamo persi, poiche' convinti che oggi fosse lunedi mentre e' gia' martedi !
I lupi , che sno originari del Canada, Mongolia, Siberia ed Europa, sono tenuti in grandi recinti, in una ampia area privata. Il pubblico puo' girare liberamente lungo il percorso del parco o aspettare la visita guidata durante la quale ,il ranger , attira l'attenzione dei lupi con pezzi di cibo, e illustra le loro abitudini e caratteristiche. E' possibile fare foto o video attraverso le grate o finestre vetrate di protezione. Ci sono anche dei balconi sui quali si puo' salire per effettuare gli scatti senza ostacoli davanti all'ottica. I lupi sono in buono stato, alcuni sono un po' anziani ma tutti, sembrano ben nutriti e curati. Quelli del Canada sono risultati essere i piu' socievoli, tanto che la guida , aperta la porta del recinto, gli ha dato alcune "crocchette" direttamente con le mani nelle loro bocche. Alcuni bambini , hanno cominciato a correre lungo il recinto e i lupi, non so se per giocare o perche' pensano possa trattarsi di "bocconcini succulenti" , li hanno seguiti , al di la' della grata, avanti e indientro, mentre noi scattavamo foto, quando si avvicinavano. I lupi della Mongolia invece, sono i piu' timidi e solo un paio di loro si sono mostrati, attirati dall'odore del cibo che gli viene lanciato per poi rifugiarsi nuovamente in qualche tana. Il punto di ristoro e vendita gadget e il museo permettono ai turisti di stare al caldo , mangiare qualcosa e approfondire la conoscenza di questo fantastico animale con video un po' "datati" ma sempre interessanti.
Il parco rimane aperto fino alle 17 e noi approfittiamo di fare varie foto e poi, una volta usciti dall'area della riserva, di andare a fare un giro con i cagnacci . Vicino all'ingresso, si trova una chiesetta romanica restaurata , del XII sec. ma la porta e' chiusa e quindi non riusciamo ad entrarci. Sale un po' il vento e, prima che diventi buio, ci rintaniamo nel confort della nostra casina su ruote e ci dedichiamo a scaricare le foto e scrivere il diario che pero' leggerete nei prossimi giorni visto che non abbiamo connessione.
Consiglio: La visita di questo parco e' consigliata e , se avete intenzione di andare anche al parco dei bisonti , cosa che noi faremo domani, chiedete alla cassa il biglietto comulativo , per usufruire degli sconti . Noi lo abbiamo detto dopo essere entrati e non ci hanno voluto fare lo sconto (!)
Buona serata.

Luoghi di interesse: Parc du Gevaudan ( lupi)
Percorso in sintesi: N88 verso Marvejols
Condizione delle strade: asfalto
Stazioni di servizio (carburante, acqua, gas): buone
Reperibilita' servizi (bar, ristoranti, camping): sosta notte nel parcheggio del parco (autorizzata)
Indirizzi utili:


- Posted using BlogPress from my iPad

Nessun commento:

Posta un commento