domenica 26 aprile 2015

Marocco - Sosta a Marrakech

Data: 16-26 aprile 2015
Luogo di partenza: sosta a Marrakech
Luoghi intermedi: -
Luogo di arrivo: -
Km percorsi: -
Spesa giornaliera: dh 29 + 224 + 762 + 777,50 + 746,70 + 89 + 260 + 121= € 2,74 + 21,13 + 71,87 + 73,34 + 70,42 + 8,39 + 24,32 + 11,41
Way points: -

Resoconto
Eccoci, di nuovo alla ribalta, a relazionarci con chi ama seguire le nostre avventure e scoprire cosa abbiamo fatto nei trascorsi dieci giorni. Diversi cambiamenti si sono succeduti fra i quali l'arrivo dei nostri cari amici Annalisa e Massimo e la successiva partenza , dopo due giorni , di Maria e Rino che, trascorso un mese esatto di viaggio , sono tornati, speriamo soddisfatti, a casa, con tanti bei ricordi da portare nella memoria e nel cuore e condividere, a loro volta , con amici e parenti. Prima che arrivassero gli amici, con i suoceri, abbiamo approfittato per fare un giro nel souq si Marrakech e anche per rilassarci in piscina ma, il giorno 20, appena arrivati Annalisa e Massimo, ci siamo cimentati nella preparazione di due chili di tortellini che Maria, insieme a tutti noi, ha confezionato per una fantastica degustazione avvenuta la sera stessa , in compagnia di Jerome, il proprietario del camping, che ci ha messo a disposizione la cucina e il ristorante. I giorni a seguire, siamo tornati in citta' per visitare i monumenti piu' famosi. Il primo giorno , avendo trovato chiusa la Medersa, siamo andati a visitare una piccola conceria, nulla a che vedere con quella di Fes, e abbiamo gironzolato per le strade del souq. In seguito abbiamo visitato il quartiere ebraico e il palazzo Badhia che si e' rivelato solo un insieme di mura che vengono utilizzate come luogo per spettacoli o feste. Merita invece la visita il limitrofo palazzo Bahia che conserva ancora molto dello splendore di un tempo, con le stanze dai soffitti decorati e gli stucchi intarsiati, in stile moresco andaluso. Il giorno successivo , siamo andati a visitare i giardini Majorelle e il piccolo museo al suo interno. Per raggiungerli, amici e suoceri, hanno preso un taxi mentre noi siamo andati con il quad, essendo i giardini localizzati in una zona un po' fuori dai consueti circuiti che ruotano intorno alla piazza. Per gli appassionati di specie esotiche come Maria, l'esperienza e' stata decisamente positiva anche se io trovo che le piante siano un po' ammassate e troppo fitte, tanto da non apprezzare le bellezze delle varie tipologie ma venir confusi dall'effetto "foresta". Ad ogni modo, una esperienza positiva ed un bel momento di relax e di visita ( carino anche il negozio con i vestiti firmati da Yves) A seguire, abbiamo pranzato in una trattoria, nel quartiere ebraico. Nei giorni successivi non abbiamo mancato di portare tutti a provare il piu' grande ristorante all'aperto del mondo: i baracchini che vengono montati nella piazza Diemaa el fna , caotica e divertente, come al solito. Anche il posto dove avevamo portato Maria e Rino ad assaggiare la carne cotta nelle giare ci ha ospitato insieme a Anna e Massimo. Dopo la partenza dei miei suoceri, le visite in citta' sono proseguite con le tombe saudite che, inaspettatamente, si sono rivelate un luogo interessante grazie ai magnifici intarsi nelle pareti delle costruzioni e , per finire, il museo Dar si Said che, non e' nulla di speciale come esposizione, ma non riuscendo a valorizzare i reperti che ospita ( ceramiche, gioielli, abiti e parti architettoniche) ma ha un magnifico patio con piante e fontana e al primo piano , sale con soffitti meravigliosamente lavorati , un po' trascurato ma da non perdere. I successivi due giorni in compagnia dei nostri amici sono stati spesi nella visita di due localita' relativamente raggiungibili in giornata, partendo presto e ritornando per cena , con una auto a noleggio ( circa 180 chilometri a tratta). La prima gita e' stata ad Essaouira, sempre deliziosa , affacciata su una magnifica spiaggia e con le mura piu' affascinanti delle citta' marittime del Marocco. La seconda localita' sono state le cascate di Ozud che, abbondanti di acqua a seguito delle forti piogge e nevicate sulle montagne, hanno offerto uno spettacolo molto gradevole. Non sono mancate le scimmie con i loro cuccioli e il bel paesaggio con campi di grano e papaveri incontrati lungo il tragitto per raggiungere il luogo. Sicuramente esperienze stancanti fatte in giornata , che meriterebbero piu' tempo e momenti di relax ma, i nostri amici, devono rientrare in Italia ed effettuare il raid in giornata e' l'unica possibilita' per mostrargli queste "perle" del Marocco . Rinunciamo alla visita della valle dell'Ourika per l'ultimo giorno , siamo un po' stanchi delle ore di viaggio in auto per farne altre, e torniamo a Marra per qualche ultima ora di passeggiata nei souq. Ci orientiamo anche verso il cimitero ebraico che non e' altro che un normale cimitero , quindi evitatelo. Ultima cena in compagnia il 24 sera, a cura di Massimo che ci prepara ottimi involtini di filetto , acquistato al villaggio vicino al campeggio e farcito con formaggio e prosciutto.
Una settimana e' volata in un attimo e siamo gia' al giorno 25 quando, alle nove del mattino , i nostri amici salgono sul loro aereo che li riportera' alla realta' milanese. Ci mancherete !
Siamo ormai rimasti da soli, questa settimana , dopo tanto tempo che condividevamo le nostre esperienze con qualcuno ; sembra quasi strano....una settimana da soli prima dell'arrivo della nostra amica Vanessa che da Parigi ci raggiungera' per un piccolo tour di sette giorni. In sua attesa , quindi, resteremo in campeggio e approfitteremo per fare le pulizie del truck: sapete le cosidette " pulizie di pasqua"? Ecco, quelle dove tiri fuori tutto dall'armadio , lo pulisci dentro e fuori e poi rimetti le cose in ordine ? Si, proprio quelle ! Pero' non temete, abbiamo deciso di spendere' in questa operazione, solo la mattinata , mentre nel pomeriggio, ci godremo un po' di sole in piscina o di relax all'ombra dell' albero del nostro posto n. 52, di fronte all'ingresso delle cucine e della piscina con il prato dove facciamo correre i pelosi che dormono praticamente tutto il giorno sulle nostre sdraio .
Il 25 abbiamo cominciato a pulire tutto il bagno mentre oggi, i. 26, ci siamo dedicati ai cassetti della cucina e, nei prossimi giorni, continueremo con il resto. Mi sono presa una mezz'ora per scrivere ma, non attendetevi resoconti interessanti fino a sabato 3 ,giorno in cui riprenderemo a viaggiare , perche' non credo sia molto interessante raccontarvi dei chili di polvere e sabbia che scopriremo negli anfratti piu' nascosti della nostra casa su ruote !
Buona settimana .

Luoghi di interesse: piazza djemaa el-fna, minareto koutobia, medersa di ali youssef, quartiere ebraico, palazzo el-badi, tombe saaditi, palazzo bahia, palazzo dar si said, giardini majorelle ( fondazione yves saint laurent)
- Essaouira - Cascate Ozud
Percorso in sintesi:
Condizione delle strade:
Stazioni di servizio (carburante, acqua, gas):
Reperibilita' servizi (bar, ristoranti, camping):
Indirizzi utili:



- Posted using BlogPress from my iPad

Nessun commento:

Posta un commento