mercoledì 20 gennaio 2016

Sosta spiaggia issios - canile

Data: 20 gennaio 2016
Luogo di partenza: sosta spiaggia di issios
Luoghi intermedi: lefkimi
Luogo di arrivo:
Km percorsi: Quad km 30
Spesa giornaliera: €1
Way points: canile : N 39 24,207 E 20 04,681

Resoconto
Ieri pomeriggio e' accaduta una cosa che mi ha molto colpita e, per come amo io gli animali, ha ferito il mio cuore in maniera incredibile. Mentre eravamo fuori dal truck e' sopraggiunto un cane da caccia, da solo, in pessime condizioni di magrezza. Lo scheletro e la pelle era tutto cio' che si poteva vedere del cane, che faceva fatica a camminare ma ancora con gli occhi, pieni di speranza e fiducia nel genere umano. La povera bestiola mi si e' avvicinata , quasi a chiedermi aiuto ed ho potuto constatare che si trattava di un cane abbastanza giovane , con denti bianchi e non consumati; un maschio, ma con un paio di mammelle che si sono trasformate in cisti penzolanti . Le anche, completamente prive di carne, non avevano una larghezza superiore a cinque centimetri all'attaccatura della spina dorsale e, la cassa toracica, era completamente esposta tanto da contargli le costole . Nei gomiti aveva grossi calli ma non erano presenti morsi o escoriazioni dovute a zuffe. Vi sara' capitato di vedere immagini di animali in terribile stato , come questo ma, credetemi, quando vi trovate di fronte, personalmente, ad una bestia che ha sofferto cosi' tanto e , che nonostante tutto , cerca di scodinzolare con la poca energia che gli rimane, il cuore vi si spacca in due dal dolore ( sempre che amiate i cani). E' inimmaginabile chi e perche' abbandoni un cane in questo modo, dove non si puo' procurare cibo, in un posto dove tutto e' chiuso , lasciandolo a morte certa. Quando ti trovi davanti ad uno spettacolo cosi' , non puoi girare la testa dall'altra parte ! Il cane tremava dal freddo, accentuato sicuramente dalla suo fragile situazione di salute e quindi, ci siamo preoccupati immediatamente di dargli da bere e del cibo , che lui ha consumato avidamente . Non abbiamo voluto esagerare con le quantita' perche' sicuramente non aveva piu' lo stomaco abituato ed abbiamo preferito nutrirlo piu' volte durante il pomeriggio e la sera. Sistemata la casupola riparata di legno con un bancale e delle coperte, abbiamo fatto sdraiare Corfu', questo e' il nome che gli abbiamo dato, e lo abbiamo ulteriormente protetto con un cappottino di Hogan . Il povero cane si e' lasciato massaggiare nel tentativo di bloccare il tremore e, piano piano, le sue orecchie hanno cominciato a divenire calde . Non si e' praticamente mosso per ore, uscendo dal suo rifugio solo per fare i bisogni e immediatamente tornare nella casina, dove faceva piu' caldo. Prontamente, quando lui usciva, io tornavo ad avvolgerlo nelle coperte e lui si adagiava con mille difficolta' , poggiando la testolina ossuta sulle mie gambe. Abbiamo cominciato,a chiedere alle persone che venivano sulla spiaggia, solitamente per portare i loro animali, se conoscevano un veterinario per portare l'animale ma , solo nella citta' di corfu ci sono degli studi . In questa area viene un veterinario tutti i venerdi' a visitare su richiesta. Un signore anziano con due cagnolini raccolti dalla strada , come lui ci ha raccontato, ha portato del cibo e delle vitamine ed ha promesso di chiedere in giro se qualcuno voleva il cane. Spyros, il nostro nuovo amico, non puo' prendersi cura di lui avendo gia' un altro cane e abitando in affitto ma si e' dato immediatamente da fare per contattare, via facebook , alcuni suoi conoscenti, per cercare una sistemazione .
Fortunatamente aveva come amico, un signore londinese che collabora con una associazione tedesca che sostiene un canile . Questo posto si trova prima del porto di Lefkimi e offre alloggio e cure , grazie a tre inglesi, a piu' di cento cani . Alle 21 di ieri, ricevo un messaggio di Spyros che mi avvisa che , questa mattina alle 12 , questo signore, sarebbe venuto a vedere il cane. Questa notizia ha reso sopportabile il trascorrere della serata e della notte , caratterizzata anche dalla pioggia. Fortunatamente Corfu non si e' mosso dalla cuccia riparata per tutta la notte e, questa mattina , verso le 9 , lo abbiamo trovato fuori a fare i bisogni. Appena ci ha visto ha cominciato a manifestare la sua gioia e , dopo essere stato nuovamente rifocillato, e' tornato ad accucciarsi, al caldo. Oggi c'era il sole e quindi la temperatura non e' stata proibitiva permettendo al cane di sentire meno freddo. Verso l'ora di pranzo un gentile signore dall'accento britannico e una parlata quasi incomprensibile, e' venuto con un furgone e ha preso il cane che, docile al guinzaglio, dopo avermi salutato girando lo sguardo nella mia direzione un paio di volte, lo ha seguito sul furgone. Prima di affidarglielo ho ovviamente voluto informazioni ed ho chiesto di poter andare a visitare il canile . Alle 14,30 , con il quad , abbiamo percorso i quindici chilometri che ci separavano dal luogo di asilo del cane e , siamo andati a trovarlo. Sono rimasta stupita dalla cura che queste tre persone dedicavano ai molteplici cani presenti: tutti in buono stato di salute, grassottelli e con un bel pelo lucido. Gli spazi recintati dove erano tenuti piu' animali insieme, erano molto grandi e puliti e, una fanciulla del Galles mi ha accompagnato in giro a visitare tutti gli spazi, spiegandomi che le caratteristiche dei cani vengono messe sul sito "tierhilfe-korfu" tramite il quale si puo' chiedere l'adozione , sopratutto all'estero essendo a gestione tedesca. Al mio arrivo , Corfu' e' stato il primo cane a venirmi incontro perche', per il momento, tenuto separato dagli altri , in attesa della visita del veterinario, prenotata per domani mattina.
Non potete immaginare la mia gioia (e le lacrime) quando mi sono resa conto che il cane , ora e' in salvo! Domani avra' la sua cura dal veterinario ed , in un paio di mesi, se tutto va bene , avra' ritrovato forza e vigore . Gli occhi e la coda dicono che ha voglia di vivere e noi siamo riusciti a trovargli un ambiente sicuro nell'attesa che qualche famiglia lo adotti. Vi confesso che se i miei cani fossero stati "socievoli" con i loro simili, l'avrei tenuto anche io ma, e' letteralmente impossibile. Salutati i nuovi angeli di Corfu' abbiamo promesso loro che torneremo a trovarlo tra due giorni e poi scriveremo per avere sempre sue notizie.
Tutto e' bene quando finisce bene ! Meno male ! Ho il cuore leggero e le lacrime di tristezza si sono trasformate in lacrime di assoluta gioia !
Buona serata a tutti ! Per me , questa sera, non puo' essere che fantastica !

Luoghi di interesse:
Percorso in sintesi:
Condizione delle strade:
Stazioni di servizio (carburante, acqua, gas):
Reperibilita' servizi (bar, ristoranti, camping):
Indirizzi utili:



- Posted using BlogPress from my iPad

Nessun commento:

Posta un commento