venerdì 21 luglio 2017

Longues - omaha, utah beach

Data: 21 luglio 2017
Luogo di partenza: #Batterie longues
Luoghi intermedi: #Omaha beach, point #cape hoc
Luogo di arrivo: #Hameau ( utah beach)
Km percorsi: Km 82 + km 50 (quad)
Spesa giornaliera: € 5,00
Way points: sosta notte (hameau): N 49 28,384 W 1 14,566
Omaha beach: N 49 21,860 E 0 51,414
Utah memorial : N 49 24,848 W 1 10,503

Resoconto
Anche questa mattina , con il quad, abbiamo scorrazzato, alla ricerca dei luoghi di sbarco del giugno 1944. Lungo la costa , abbiamo percorso sentieri secondari con vista sul mare, fino ad arrivare a Omaha beach. Si tratta di una spiaggia gigantesca e meravigliosa. Non ci sono alghe sull'arenile, diversamente dalle spiagge visitate fino ad ora in questa baia e un po' di gente camminava o prendeva il sole. Sulla collina, le batterie dei tedeschi in cemento armato, ci ricordano che questo meraviglioso posto, che ora ispira serenita' , in passato, e' stato il luogo dive hanno trovato la morte migliaia di giovani americani , sbarcati qui per assicurare a noi , la liberta'. Ci rechiamo a visitare il memoriale ed il cimitero militare delle vittime di Omaha beach . Si tratta di un memoriale, con ingresso gratuito, molto interessante. Oltre al cimitero con le croci bianche su un prato verdissimo , tenuto alla perfezione e un monumento circondato da un muro di colonne , esiste un vero e proprio museo ,con filmati e oggetti degli eroi di guerra. Tabelloni esplicativi e monitor con applicazioni sull'argomento dello sbarco, rendono incredibilmente affascinante la visita. Commovente il filmato proiettato nella sala cinema con le testimonianze dei parenti dei caduti in battaglia. Continuiamo il nostro viaggio alla scoperta dei luoghi del 6 giugno '44 fino ad arrivare a Capo Hoc , dove gli alleati , dovettero arrampicarsi sulla falesia per raggiungere le batterie dei tedeschi. In questo luogo, tutta l'area intorno ai bunker , e' caratterizzata da grandi voragini circolari : crateri di circa tre o quattro metri di diametro , dovute ai bombardamenti che furono la prima azione del giorno 6 giugno , mentre i paracadutisti si preparavano al lancio e i soldati allo sbarco. Sicuramente, dove siamo fermi con il camper, alle "batterie laungues", i bucker sono in migliore stato e ci sono ancora le armi a rendere tutto piu' suggestivo, ma qui, le enormi buche , rendono l'idea dei bombardamenti. Terminato il giro e ripreso il quad , abbiamo imboccato la via del ritorno verso HW e, una volta giunti a casa, abbiamo portato fuori i pelosi e poi siamo partiti verso Utah beach. Quest'ultima spiaggia, bella ed ampia quasi come quella di Omaha , e' stata lo scenario, piu' a ovest ,dello sbarco. Data una occhiata alla spiaggia, non entriamo nel memoriale perche' sono le 17,30 e dobbiamo proseguire per qualche chilometro al fine di trovare un luogo dove accamparci. Minaccia di piovere ed essendo venerdì, rischiamo di trovare le aree free, tutte occupate. Saliamo lungo la costa fino ad arrivare vicino alla spiaggia e ci parcheggiamo sul lungomare. Passeremo qui la notte al fine di poter portare, domani mattina, i pelosi a correre in spiaggia perche' adesso, le fitte nuvole grigie, hanno cominciato a lasciar cadere grosse gocce di acqua e la Niky ha imposto il rientro sul truck!
Sono le 19,45 e , questa sera ceneremo con una zuppa tradizionale ( knorr) e formaggi della normandia.
Buona serata.

Luoghi di interesse: Omaha beach, memoriale e spiaggia , cimitero americano . Utah beach memoriale
Percorso in sintesi: Strada costiera
Condizione delle strade: buona
Stazioni di servizio (carburante, acqua, gas): Poche
Reperibilita' servizi (bar, ristoranti, camping): Sosta in parcheggio lungo la spiaggia
Indirizzi utili: A



- Posted using BlogPress from my iPad

Nessun commento:

Posta un commento